WG1 - Sorgenti e impatto ambientale degli aerosol

L’aerosol atmosferico ha origine da una grande varietà di sorgenti naturali ed antropiche che hanno interazioni con il clima terrestre e potenziali effetti dannosi per la salute. Le interazioni dell’aerosol atmosferico con i composti gassosi sono di natura complessa in quanto ci sono ampie variabilità spaziali e temporali sia della composizione chimica sia delle proprietà fisiche delle particelle. Le attività del gruppo di lavoro coprono i principali argomenti relativi alla caratterizzazione delle sorgenti di aerosol ed ai loro impatti, ed all’analisi dei processi di generazione degli aerosol. In particolare le principali attività sono relative a:

  • Identificazione e caratterizzazione delle sorgenti di aerosol (source apportionment e correlazione con i parametri meteorologici)
  • Inventari di emissione per applicazioni modellistiche
  • Processi di trasporto, diffusione e trasformazione dalla scala globale a quella locale
  • Analisi degli impatti antropici sulla qualità dell’aria
  • Proprietà fisiche e composizione chimica dell’aerosol atmosferico
  • Interazione aerosol-nubi e concentrazioni di nuclei di ghiacciamento
  • Processi di generazione degli aerosol e meccanismi di formazione

Il gruppo di lavoro è un forum di esperti che svolgono ricerca nel campo dell’aerosol atmosferico con lo scopo di migliorare la comprensione dei fenomeni della generazione dell’aerosol e della sua diffusione e trasporto in atmosfera. E’ un gruppo fortemente interdisciplinare in cui alcune attività sono svolte in cooperazione con gli altri gruppi di lavoro della IAS.

Coordinatore: Adriana Pietrodangelo

WG2 - Tecniche di campionamento e analisi del PMx per la valutazione della qualità dell'aria

L’obiettivo principale del GdL2 è quello di favorire lo scambio di informazioni ed esperienze tra i membri del gruppo per quanto riguarda gli aspetti metodologici e le problematiche relative al campionamento e alla caratterizzazione fisico-chimica degli aerosol atmosferici. Questa attività di condivisione delle conoscenze è particolarmente interessante se si considera che il gruppo si compone di membri provenienti da enti di ricerca, da agenzie per il controllo/monitoraggio dell’inquinamento e da aziende specializzate nel settore della strumentazione per le misure ambientali.

Coordinatore: Vorne Giannelle

 

WG3 - Aerosol atmosferico: proprietà, processi e trasformazioni in atmosfera

L’ambito del gruppo di lavoro 3 e’ ampio e copre aspetti legati alle proprieta’ fisiche e chimiche dell’aerosol atmosferico e ai processi che le determinano, e al suo impatto sull’atmosfera. Poiche’ le competenze dei gruppi di ricerca partecipanti sono diversificate, e sono sia sperimentali che modellistiche, lo scopo del WG 3 e’ quello di promuovere attivita’ trasversali di ricerca che possano coinvolgere sia le esperienze dei partecipanti che gli aspetti dell’aerosol atmosferico pertinenti al WG. La natura multidisciplinare del gruppo di lavoro favorisce lo scambio e la collaborazione con gli altri WG.

Coordinatore: Luca Ferrero

 

WG4 - Aerosol in aree polari e remote

Le regioni polari e remote giocano un ruolo importante nei complessi processi di feedback tra clima e ambiente su scala da regionale a globale. Di notevole rilevanza, inoltre, e’ il fatto che tali ambienti, con particolare riguardo all’Artide, risultano estremamente vulnerabili alle variazioni ambientali causate dall’attuale Global Warming. Infatti, variazioni nella concentrazione atmosferica, distribuzione dimensionale e composizione chimica del particolato atmosferico sono capaci di influenzare la copertura nuvolosa e l’estensione e la persistenza della copertura nevosa e del ghiaccio marino, variando in maniera significativa l’albedo e il bilancio di energia radiante tra il sole e la bassa troposfera.

Lo scopo principale di questo WG consiste nell’ottenimento di una migliore conoscenza delle proprietà fisiche (dimensione, forma, struttura superficiale) e chimiche (composizione chimica, reattività) del particolato atmosferico raccolto in tali aree, cosi’ da comprendere meglio i processi atmosferici che le caratterizzano. In particolare, verranno studiati: il bilancio di energia radiativa; le sorgenti e i processi di trasporto e deposizione degli aerosol; la reattività dell’aerosol secondario e dei suoi precursori nell’atmosfera; l’effetto delle dinamiche del PBL nella concentrazione al suolo di inquinanti e sostanze naturali; i processi di scambio di materia ed energia alle interfacce atmosfera/mare e atmosfera/neve.

Una maggiore conoscenza di tali processi sara’ propedeutica per il miglioramento della parametrizzazione di tali processi nei modelli climatici e per ridurre l’incertezza che riguarda i futuri scenari nelle regioni situate alle alte latitudini e in altre aree critiche della Terra.


Coordinatore: Roberto Udisti

Newsflash

I nostri soci

Soci collettivi sostenitori









 

Soci individuali sostenitori